sabato 17 settembre 2016

MELANZANA ROSSA DI ROTONDA

Date un'occhiata a questa foto.
(1) Pomodoro Cornucopia del Nord vs. Melanzana Rossa di Rotonda

Non sono due pomodori. Lo è solo quello sulla sinistra; l'altro "pomodoro" è la Melanzana Rossa di Rotonda. Viene coltivata a 500 metri sul livello del mare nella Valle del Mercure di cui Rotonda è uno dei centri. Perciò non teme il clima fresco. Questa valle si trova ai piedi del Massiccio del Pollino, tra la Basilicata e la Calabria.
Questo ortaggio appartiene alla specie Solanum aethiopicum e proprio per la sua somiglianza con il pomodoro è stata ribattezzata merlingiana a pummadora nel dialetto locale.
Coltivare la melanzana rossa sul balcone è un lavoro infame, anche se utilizzate vasi grandissimi. Diversamente dalla coltivazione in piena terra, soffre maledettamente il sole diretto e i fiori fanno fatica ad allegare: appassiscono e cadono molto più del normale. Inoltre sul balcone la Melanzana Rossa di Rotonda viene attaccata dagli afidi e dal ragnetto rosso, appartenente alla famiglia degli acari. Se si ha molta pazienza, le afidi si possono eliminare manualmente alla loro prima comparsa in modo da limitare la loro presenza in seguito. Il ragnetto rosso ama il caldo secco ed è praticamente invisibile. Ci si accorge di lui quando è ormai troppo tardi: la foglia diventa prima marrone, poi ingiallisce, avvizzisce e cade.

Quest'anno ho voluto mettere una pianta nello spazio condominiale. Beh, rispetto al balcone, tutt'altra cosa. Il tremendo ragnetto rosso non ha fatto gli stessi danni che ha fatto nella coltivazione sul balcone. Probabilmente perché tutte le notti parte l'irrigazione automatica condominiale che bagna abbondantemente la pianta. E questo al ragnetto rosso non piace proprio.
(2) Melanzana Rossa di Rotonda nello spazio condominiale
(3)
(4)
(5)
(6)
(7)
(8) Raccolto del 27 agosto 2016
(9) Raccolto del 7 settembre 2016
(10) Raccolto dell'11 settembre 2016

Le prossime foto mostrano quattro fasi successive di maturazione.
(11)
(12)
(13)
(14)

Si ha la maturazione completa quando la melanzana perde le striature verdi (foto 14). Non ricordo dove, ma da qualche parte ho letto che può raggiungere un peso 250 grammi. Francamente, mi sembra esagerato. La mia melanzana rossa più grossa ha raggiunto i 121 grammi proprio quest'anno grazie alla pianta che ho messo nello spazio condominiale.
(15) La melanzana più grossa raccolta finora: 121 grammi

Ha una polpa carnosa che, diversamente dalle altre melanzane, non scurisce una volta tagliata perché ha un basso contenuto di acido clorogenico.
(16) Melanzana Rossa di Rotonda - sezione

Ha un profumo fruttato intenso che ricorda quello del fico d'India. Il gusto al palato è leggermente piccante e gradevolmente amarognolo. Anche le foglie sono commestibili; il sapore ricorda vagamente quello degli spinaci. L'anno scorso ho voluto provare l'ebbrezza di cucinarle e mangiarle. Devo ammettere che le foglie, contrariamente ai frutti, non mi hanno entusiasmato perché grattavano la gola provocando colpi di tosse. Pazienza, ho voluto provare...
(17) Foglia di Melanzana Rossa di Rotonda

Frutti raccolti: 27 (da una singola pianta)
Peso complessivo: 2,558 kg
Peso medio per frutto: 94,74 grammi
Frutto più grosso: 121 grammi
Frutto più piccolo: 49 grammi


THE ROTONDA RED EGGPLANT

Have a look at picture 1: they aren't two tomatoes. Only the one on the left is. The other "tomato" is the Rotonda Red Aubergine belonging to the species "Solanum aethiopicum". It's cultivated at 500 metres above sea level in Rotonda and nearby, in the Valley of Mercure. This  valley is located at the foot of the Pollino massif, on the border between Basilicata and Calabria, South Italy.

Growing the red eggplant on balconies is a rotten job, even if you make use of big pots. Differently from the cultivation in the open field, it feels greatly the sunlight and flowers hardly set: they wither and fall much more than usual. Moreover, on balconies the Rotonda Red Eggplant is attacked by aphids and red spiders, belonging to mites family. If you have a lot of patience, aphids can be eliminated by hand so to contain them afterwards. Red spiders love a dry and hot climate and they are practically invisible. You notice their presence when it's too late. At first leaves get brown, then they turn yellow, wither away and fall.

This year I've wanted to bed a plant out in the condominial greenery. Well, if compared with the balcony cultivation, it's quite another matter. The terrible spider mite hasn't caused damage as in the balcony cultivation probably because all nights the condominial automatic irrigation system waters the plant abundantly. And the spider mite doesn't like that.

Pics 2 to 10 are the best taken recently in the condominial greenery.

Pics from 11 to 14 show four different stages of ripening. The full ripening is when the red aubergine loses the green stripes (pic 14). I don't remember where I read that its weight can reach 250 grams. Honestly, I think this is excessive. My biggest red aubergine has reached 121 grams just this year on the plant I bedded out in the shared space (pic 15).

The red aubergine has got a fleshy pulp which, differently from the common aubergine, doesn't get dark because it has got a low level of chlorogenic acid (pic 16). Its smell is intense and fruity similar to that of the prickly pear; the taste is slightly spicy and bitter in a pleasant way. Leaves are edible as well; their taste calls to mind that of spinach. Last year I wanted to experience the thrill of cooking and eating them. Contrary to the fruits, I must recognize they didn't enthral me because they scratched my throat causing fits of coughing. Never mind, it was just a try...


Fruits harvested: 27 (from a single plant)
Total weight: 2,558 kg
Average weight per fruit: 94,74 grams
Biggest fruit: 121 grams
Smallest fruit: 49 grams

5 commenti:

  1. Very interesting! They are beautiful fruits.

    RispondiElimina
  2. Temerario, mangiare le foglie di una solanacea...Esistono solo due solanacee di cui ho sentito dire che le foglie sono commestibili...una é la suddetta melanzana rossa (forse in Etiopia con molta fame) e l'altra é solanum nigra le cui foglie pare vengano consumate sporadicamente su delle isole greche.
    Le foglie di Melanzana sono come composizione molto vicine al tabacco e per questo possono essere usate come anti emorragico...magari una foglia per emoraggia allo stomaco/ulcera. Mentre sono molto attive contri i tumori della pelle. Rimangono irritanti per pelle e mucose ed è per questo forse che facevi fatica a mandarle giù.
    Tagliate sembrano una naragilla, altra solanacea, la cui descrizione del profumo che hai fatto calza.
    Non avevo mai coltivato prima melanzane per cui non sapevo che lasciando il frutto a maturare sviluppi un profumo cosí intenso e tropicale che mi sono chiesto perchè non vendano il profumo. Ne ho un piatto e mi attardo ad aprire per prelevare i semi per lasciarle li a profumare l'ambiente. Sul versante parassiti...bhè ora esco e le spruzzo a non finire perchè poi dovrò ricoverarle in casa e non voglio portar dentro ospiti indesiderati

    Mirko
    PS.Ti ho scritto una mail con alcune domande, così finisco di riempirti la busta.

    RispondiElimina
  3. Meglio di così non potevi onorare la Rossa di Rotonda! E lei ti ha ricambiato alla grande, quando ha avuto la possibilità della piena terra.

    Grazie del post, bello e completo!

    Angelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angelo,

      Grazie a te per avermi fatto conoscere la Rossa di Rotonda. Ora, sempre con il tuo aiuto, spero di avere lo stesso successo con altre melanzane rosse.
      -Giuseppe-

      Elimina
  4. Io non ho il ragnetto rosso, è forse l'unico parassita che mi manca, ma mi dicono che spruzzare acqua e olio essenziale di rosmarino sia una soluzione efficace.

    RispondiElimina